La bestia nel cuore // L'esorcismo di Emily Rose

| No Comments

Ed eccone ancora due. Recensisco solo quelli visti al cinema, altrimenti il blog diventa un po' troppo... specializzato. ;-)

La bestia nel cuore

Voto: 7.5

Francamente non ero molto documentato su questa pellicola che invece pare essere piuttosto nota, almeno a giudicare dalla folla presente al cinema: una calca che non vedevo dai tempi di Trainspotting.

La storia ruota attorno alle vicende sentimentali, professionali ed esistenziali di Sabina (Giovanna Mezzogiorno, bravissima), che si ritrova a combattere contro alcuni flashback onirici relativi a presunte violenze subite nell'infanzia. La sua indagine la porta a scoprire molto su sé stessa e sulle persone che la circondano, anche su quelle slegate rispetto alla storia principale, che costituisce più che altro una traccia che guida i protagonisti verso la catarsi finale. Si tratta purtroppo ancora una volta di un dramma incompleto, con tragedie solo sfiorate e finale rose e fiori, ma è comunque decisamente migliore - e più credibile - rispetto a I giorni dell'abbandono.

Mi è sempre piaciuta la recitazione di Giovanna Mezzogiorno. Luigi Lo Cascio mi ha invece sorpreso in positivo, a quanto pare è piuttosto abile nell'interpretare personaggi austeri e problematici. Bravi anche gli altri attori, su cui spicca Giuseppe Battiston con un'interpretazione che mi ha fatto piegare sulla sedie dalle risate.

L'esorcismo di Emily Rose

Voto: 7.5

Commento volentieri questo notevole film drammatico/horror che narra di un processo per esorcismo. Si tratta di una storia costruita piuttosto bene, che tende a catturare l'attenzione dello spettatore con il trascorrere del tempo. Quasi tutte le scene sono ambientate in un tribunale, e sono intervallate da spezzoni più o meno agghiaccianti sulla vita di Emily Rose (interpretata piuttosto bene da Jennifer Carpenter, figlia del grande John). Benché tali spezzoni risultino probabilmente di maggior iimpatto per chi è in qualche modo religioso, anch'io con il mio gretto agnosticismo li ho trovati abbastanza convincenti.

Tra gli attori mi è sembrata spiccare Laura Linney (la ricordate in The Mothman Prophecies?) nel ruolo della protagonista Erin Brunner, ma anche Tom Wilkinson nel ruolo di Padre Brown se l'è cavata più che discretamente.

Per quanto riguarda l'aspetto "storia vera", la pellicola è ispirata alle vicende di Anneliese Michel, una ragazza tedesca che negli anni '70 è morta dopo vicissitudini paragonabile a quelli di Emily Rose. Ci sono delle differenze, a partire dal verdetto del processo, ma è comunque una lettura piuttosto interessante. Qui trovate tutto; è in inglese, ma i blog in italiano non mi sembrano avere lo stesso livello di autorevolezza. Beh, a parte il mio s'intende. ;-)

Leave a comment

About this Entry

This page contains a single entry by Michele Beltrame published on November 5, 2005 11:19 AM.

I giorni dell'abbandono // The descent was the previous entry in this blog.

Perl.it Contest 2005 is the next entry in this blog.

Find recent content on the main index or look in the archives to find all content.

Categories

Pages

OpenID accepted here Learn more about OpenID
Powered by Movable Type 5.14-en